Arriva lo StartupBus: parte il viaggio verso il successo

«In viaggio sulla strada del successo». Questo lo slogan che accompagna la prima edizione italiana di Startupbus, manifestazione che metterà a confronto 25 tra aspiranti startupper, programmatori ed esperti di design sfidandoli a costituire una start-up. E premiando la migliore con una partecipazione al Pioneers Festival di Vienna, dove il progetto sarà presentato di fronte ad una platea di investitori internazionali.
Nata nel 2010 nella baia di San Francisco, l’esperienza dello Startupbus si è subito diffusa da questa parte dell’oceano. «Sono nati due movimenti: uno con lo stesso nome in Spagna e nel Benelux, mentre in Germania, Francia e Regno Unito era attivo Founderbus, con lo stesso concetto. E siccome eravamo un po’ come la Coca-Cola e la Pepsi, abbiamo deciso di non farci la guerra e di unire le forze». A raccontare il progetto alla Repubblica degli Stagisti è Giovanni Natella [nella foto a destra], 26 anni, tra gli organizzatori lo scorso anno dello Startupbus transalpino. E promotore dell’edizione italiana, alla guida di un team del quale fanno parte anche Paolo BertoleroZeno Tomiolo e Chiara Adam.
Il meccanismo è quello tradizionale creato nella Silicon Valley da Elias Bizannes, ideatore di questi bus: un pullman che viaggia per il Paese con a bordo 25 talenti e che fa tappa in alcune città, nelle quali sono previsti eventi con investitori, startupper, incubatori e tutti i protagonisti dell’ecosistema. L’edizione italiana prevede una partenza da Roma il 26 ottobre, una tappa a Torino il 27 e a Milano il giorno successivo per arrivare il 30 ottobre a Roncade, nella sede dell’incubatore H-Farm. Qui verrà decretato il team vincitore che avrà la possibilità di presentare il proprio progetto nella capitale austriaca.
Ad oggi lo Startupbus ha già definito una collaborazione con l’università di RomaTre e iStarter a Torino, che ospiteranno alcuni eventi durante le tappe del viaggio. Il programma è però ancora tutto da definire, al punto che qualche giorno fa su Twitter Mattia Corbetta, membro della segreteria tecnica del ministero per lo Sviluppo economico, ha dichiarato che il Mise è interessato a sostenere l’iniziativa. Così come da definire è il gruppo dei 25 viaggiatori. Le iscrizioni si sono aperte lo scorso 1 settembre e si chiuderanno il 10 ottobre. I selezionati dovranno versare 150 euro, cifra che coprirà le spese di viaggio, vitto e alloggio.
«L’Italia è una terra interessante per le start-up, lo ha dimostrato anche con il recente regolamento sul crowdfunding approvato dalla Consob, forse la prima al mondo. [continua a leggere..]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...