ItaliaCamp cerca idee per start-up, le migliori voleranno negli Usa

Le prime due edizioni hanno raccolto 2.300 idee, delle quali una cinquantina si sono trasformate in start-up. La terza promette di selezionarne un massimo di 20 e di presentarle a febbraio 2014 di fronte ad una platea di potenziali investitori a Washington e a New York. Inizialmente in scadenza per il 5 agosto, sono stati prorogati al 28 ottobre i termini per partecipare al concorso “La tua idea per il Paese”, promosso dall’associazione ItaliaCamp con il supporto della Presidenza del Consiglio dei ministri e da una serie di aziende.
La partecipazione, ad oggi sono più di 300 gli iscritti, è consentita sia a persone fisiche che a persone giuridiche che abbiano idee legate al miglioramento della qualità della vita dei cittadini. I campi di applicazione sono diversi: si va dal lavoro alle pubbliche amministrazioni, dall’ambiente all’energia, dalle infrastrutture alla finanza, dalla cultura al sociale. Già da fine marzo, quando il bando ha preso il via, l’associazione ha organizzato su tutto il territorio nazionale dei BarCamp, appuntamenti durante i quali a chiunque è stata data la possibilità di presentare la propria idea. Le più interessanti sono state invitate ad iscriversi al portale dedicato al concorso, pubblicando una descrizione del progetto preferibilmente in inglese. La procedura aperta anche comunque a coloro che non hanno avuto modo di prendere parte a questo tipo di eventi, e che certifica la partecipazione al concorso.
L’iniziativa, come detto, coinvolge una serie di imprese, a cominciare dai soci fondatori di ItaliaCamp: AlitaliaEnel Green PowerFerrovie ItalianePoste ItalianeRcs MediagroupSisalTernaUnipol e Wind. L’edizione di quest’anno vede però anche la partecipazione di AxaEni e Total Erg. L’associazione ItaliaCamp è guidata da Fabrizio Sammarco [foto in alto], intraprendente 32enne, e ha come presidente onorario Antonio Catricalà, mentre la fondazione che la affianca è presieduta da PierLuigi Celli. «Il nostro obiettivo è quello di collegare quanti hanno buone idee con coloro che hanno la forza economica, culturale e politica di realizzarle», spiega Sammarco allaRepubblica degli Stagisti.
La vincitrice della prima edizione fu Remoceanspin-off del Cnr di Napoliche si occupa di sicurezza nella navigazione che a maggio dello scorso anno ha visto entrare nel proprio capitale sociale con uno stanziamento da 950mila euro Atlante Ventures Mezzogiorno, fondo di venture capital del gruppo Intesa Sanpaolo. E a dicembre dello scorso anno è stata coinvolta dalla Regione Toscana nelle operazioni di recupero della Costa Concordia, arenata di fronte all’isola del Giglio. Sempre la prima edizione ha premiato Ecce customer, una piattaforma che permette alle imprese di monitorare le azioni dei clienti sulle pagine social aziendali. Questa realtà ha ricevuto a ottobre 2012 un finanziamento da 15 milioni di euro dal fondoAxel Johnsonil più grande investimento da parte di una realtà di New York in un’azienda di software italiana. [continua a leggere..]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...