Arriva Techfugees, l’hackathon per aiutare i rifugiati

Un hackathon per aiutare i migranti. Appuntamento giovedì 1 e venerdì 2 ottobre a Londra con Teechfugees, iniziativa che nasce come “una risposta della comunità digitale alla crisi dei rifugiati in Europa”, come si legge nella descrizione del gruppo Facebook che è all’origine dell’iniziativa.
Il progetto è partito infatti sul social network, lanciato dall’editor di Tech Crunch Mike Butcher. “Ho avuto l’idea una settimana fa e non mi aspettavo una reazione di questo tipo”, racconta a Wired. Per quanto l’ideatore confessi di aver avuto in mente sin dall’inizio la possibilità di organizzare un vero e proprio evento. “Mi sono reso conto che c’era un grande desiderio di dar vita a qualcosa come un hackathon”. L’idea quella di coinvolgere hactivist e startup per offrire soluzioni pratiche che possano contribuire ad una gestione più efficace della crisi. [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...