Hate crimes in aumento in Italia, soprattutto contro gli stranieri

Hate crimes, ovvero crimini legati al pregiudizio, all’odio basato su motivazioni etniche, religiose, di orientamento sessuale. Ma che colpiscono anche i disabili. Odihr, l’ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani dell’Osce, ha appena pubblicato un report della situazione in diversi Paesi. Considerando i 28 Paesi Ue, cui Wired ha aggiunto Stati Uniti, Canada, Russia e Svizzera,. Il rapporto pone l’Italia al decimo posto per il numero di crimini commessi nel corso del 2014. Escludendo le nazioni con meno di 100 hate crimes registrati negli ultimi 5 anni ed il Regno Unito, dove solo lo scorso anno sono state più di 52mila le segnalazioni, ecco l’andamento dal 2009 allo scorso anno. [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...