I numeri del ddl Cirinnà: alle unioni civili il governo preferisce l’unità della maggioranza

Unioni civili o unità della maggioranza? Con la presentazione di un maxiemendamento al ddl Cirinnà che stralcia ogni riferimento alla stepchild adoption e la minaccia di ricorrere al voto di fiducia sul provvedimento, il governo sembra essere più interessato alla seconda che alle prime. Numeri alla mano, il disegno di legge 2081 potrebbe essere approvato al Senato anche con gli articoli che consentono l‘adozione del figlio biologico del partner. Ma sarebbero necessari i voti del Movimento 5 Stelle: un consenso cui il Pd ha deciso di rinunciare dopo il no grillino al cosiddetto canguro, ovvero la richiesta di votare insieme tutti gli emendamenti di contenuto analogo, riducendo così di molto la discussione parlamentare. [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...