Italia, niente vaccino per un bimbo su venti

“Ci sono quelli che hanno un atteggiamento ostile nei confronti della medicina ufficiale. Anche se la quota più consistente è composta da chi comincia a manifestare dubbi sulla proposta vaccinale: non vedendo più casi di poliomelite o di difterite, dicono, perché vaccinarsi?”. Marino Faccini, responsabile della struttura di Profilassi malattie infettive dell’Asl di Milano, descrive così le caratteristiche dei genitori che non vogliono vaccinare i propri figli. Una percentuale che, negli ultimi anni, è in aumento. Al punto da mettere a rischio gli obiettivi del Pnpv.
Ovvero del Piano nazionale di Prevenzione vaccinale, che fissa al 95% l’obiettivo di copertura dei principali vaccini. Negli ultimi cinque anni, come dimostrano gli open data messi a disposizione dal ministero della Salute, la situazione è questa. [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...