Musei, il tesoro che l’Italia non sa far fruttare

“L’Italia è il Paese con il maggior numero di siti considerati dall’Unesco patrimonio dell’umanità”. Nel video “Italy the extraordinary commonplace”, presentato a Davos qualche settimana fa, il governo ci ha tenuto a ricordarlo. Tra musei, monumenti e aree archeologiche sono 549 i siti che fanno riferimento al ministero dei Beni culturali. Realtà che nel 2013 hanno attirato 38 milioni di visitatori, generando incassi lordi per oltre 126 milioni di euro.
Per 20 di queste, il 2015 porterà l’introduzione dei nuovi supermanager. Voluti dal ministro Dario Franceschini, questi dirigenti (per la selezione dei quali è stato aperto un bando in chiuso il 15 febbraio) avranno maggiori poteri e autonomia gestionale. E dovranno valorizzare il patrimonio loro affidato. Ecco, stando a numeri forniti dallo stesso Mibac, la situazione a fine 2013 per quanto riguarda numero di visitatori e introiti per i musei che saranno gestiti dai supermanager: [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...