Non è l’ecstasy la droga che uccide di più in Italia

L’ecstasy è la droga che uccide di più. E le vittime sono i giovanissimi. Un’equazione mediatica che ha riempito i titoli dei giornali dopo la morte di Lamberto Lucaccioni e la chiusura per quattro mesi del Cocoricò. Equazione che ha trovato nuova linfa con la morte di Lorenzo Toma dopo una serata trascorsa al Guendalina, almeno finché l’autopsia non ha indicato in una malformazione cardiaca la probabile causa del decesso del 19enne leccese. E sempre la droga sarebbe da biasimare per la morte di Ilaria Boemi, colpita da un malore a Messina. Eppure è un’equazione sbagliata. Intanto perché l’ecstasy non è la droga che causa il maggior numero di decessi. Se guardiamo alla Relazione annuale antidroga 2014 redatta dalla Polizia di Stato, si scopre che è ancora l’eroina la sostanza che uccide di più.
Lo scorso anno sono morte a causa delle droghe assunte 313 persone. Per 132 di loro la sostanza killer non viene indicata, ma negli altri casi la situazione è questa: [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...