Svizzera, l’architetto italiano che aiuta a “scappare”. “Qui esplodiamo di lavoro”

Cervelli in fuga dall’Italia? C’è anche chi li aiuta a scappare. E’ il caso di Giulio Sovran che con un ebook e un gruppo Facebook con quasi 11mila iscritti, invita i giovani italiani a dire “Goodbye Mamma!”. 32 anni, una laurea in architettura, è lui stesso un emigrato. È partito nel 2006, un mese dopo aver iniziato uno stage: “Lavoravo 12 ore al giorno. Alla fine mi hanno dato 100 euro in una busta”. La scelta di partire, a quel punto, era l’unica possibile. La bussola ha puntato verso Nord e da Milano si è trasferito in Svizzera. Oggi vive a Sion, dove ha aperto uno studio di architettura. “Qui il mercato non ha ancora visto la crisi. Sicuramente arriverà, ma in ambito economico in questo momento è un paradiso: stiamo letteralmente esplodendo di lavoro. Al contrario di quanto sta accadendo in Italia, qui ci troviamo a rifiutare delle commesse perché non saremmo in grado di seguirle”. [Continua a leggere sul Fatto Quotidiano]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...