Basta con le startup, l’innovazione la fanno le Pmi

È una presa di posizione volutamente provocatoria, del resto arriva dal presidente della Fondazione Mind the Bridge nonché responsabile della Startup Europe Partnership. Ma Alberto Onetti fa discutere quando afferma che mentre “si è creato un ecosistema, si sono sviluppati servizi e anche incentivi legislativi e fiscali per le startup”, dall’altro lato ci siamo dimenticati che esiste anche il resto del mondo, rappresentato da un universo di piccole e medie imprese che è centrale per l’Italia e per l’Europa. E anche qui si fa innovazione.
Sia chiaro, precisa Onetti, l’attenzione verso le startup “è cosa buona è giusta”. Ad essere sbagliato, piuttosto, è un approccio che porta “a guardare il mondo per categorie, per cui le startup sono interessanti mentre le Pmi sanno di vecchio. Ma ragionando per compartimenti stagni finisce che gli incentivi vanno solo verso le prime”. Insomma, “dobbiamo cominciare ad andare al di là delle distinzioni e tornare ai basics: i soggetti che producono innovazione generando reddito ed occupazione, chiunque siano, devono essere messi in condizione di crescere il più possibile. [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...