La sharing economy in Europa vale 572 miliardi. Ma ha bisogno di regole

Vale, almeno sulla carta, qualcosa come 572 miliardi di euro. Ma ha bisogno di essere regolamentata. È questa l’immagine della sharing economy che emerge dal rapporto “The cost of non Europe in the sharing economy”, pubblicato dal Parlamento europeo alla fine dello scorso mese di gennaio. Uno studio che prova a misurare le potenzialità dell’economia della condivisione, indicando allo stesso tempo le problematiche poste dallo sviluppo di questa nuova forma di scambio.
In questo contesto, infatti, non si tratta più di pagare per il possesso di una merce, ma per la possibilità di utilizzarla. È quello che succede quando si affitta un appartamento su Airbnb o quando si chiede un passaggio su BlaBlaCar. Ma anche quando si compra un oggetto usato su eBay o si partecipa ad una campagna di crowdfunding. Gli elementi di fondo sono due: la condivisione e l’utilizzo di una piattaforma digitale che la renda possibile.

[Continua a leggere su InfoData – Il sole24Ore]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...