Negli Usa le armi uccidono 33mila persone l’anno

L’attacco al Pulse club, uno dei locali simbolo della comunità Lgbt di Orlando in Florida, ha riacceso l’attenzione dei media sul tema dei mass shooting. Purtroppo, anche se non con un numero così alto di vittime, episodi come quello che si è verificato nella notte tra sabato e domenica sono all’ordine del giorno negli Stati Uniti. Solo dall’inizio dell’anno sono 136 i casi di stragi con armi da fuoco, registrati in America. Quasi uno ogni giorno.
A dirlo è Gun Violence Archive, organizzazione non profit nata nel 2013 con lo scopo di censire gli episodi violenti legati alle armi da fuoco. Questo ente utilizza una definizione più ampia rispetto a quella dell’Fbi, per la quale un mass shooting è tale se lascia almeno quattro vittime sul terreno. In questo modo dall’attacco ad un night club a Lakeland, sempre in Florida, il 6 gennaio scorso all’attacco di questo fine settimana, Gva ha contato 136 episodi di mass shooting, che hanno causato la morte di 213 persone e il ferimento di altre 548. [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...