Negli ultimi quindici anni un comune su tre è rimasto senza sindaco

Sono 2.385 i comuni italiani commissariati tra il 2001 ed il 2014. In media ogni anni 170 amministrazioni rimangono senza sindaco. Il motivo? Tre volte su quattro è legato ad un problema politico. A tracciare un quadro della stabilità dei governi cittadini in Italia è OpenPolis nel suo rapporto Fuori dal comune. Uno studio che prende in esame i casi di scioglimento dei comuni, analizzandone cause e durata.
Intanto, attualmente sono 82 le amministrazioni affidate ad un commissario prefettizio. Solo 13 delle quali sono state sciolte dal ministero dell’Interno per infiltrazioni mafiose. La maggior parte sono venute meno per problemi politici: in 15 casi si è dimesso il sindaco, in 27 lo hanno fatto i consiglieri comunali. Circostanza che porta alla decadenza del primo cittadino. Se si guarda al periodo 2001-2014 sono sempre le crisi della maggioranza consigliare a portare al commissariamento. Nel 50,1% dei casi la legislatura è finita per le dimissioni dei componenti dell’assemblea civica, nel 19% perché è stato il sindaco a fare un passo indietro. [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...