Presidenziali Usa, perché la California conta più del Montana

Gli ultimi sondaggi danno Hillary Clinton avanti di quasi 7 punti su Donald Trump. La previsione di Nate Silver accredita la candidata democratica di un 49,8% dei consensi popolari, mentre il suo sfidante repubblicano dovrebbe fermarsi al 42,9%.

Quando si parla di presidenziali americane, però, i voti non sono tutti uguali. Lo sa bene Al Gore, che nel 2000 ottenne il 48,4% dei consensi a livello nazionale ma vide entrare nello studio ovale George W. Bush, che pure si era fermato al 47,9%. Quello che conta sono i grandi elettori che vengono assegnati a chi trionfa in ogni singolo Stato. E nemmeno questi hanno lo stesso peso: chi vince in California ne ottiene 55, in Michigan piuttosto che in Montana se ne portano a casa appena tre. Alla fine viene eletto chi raggiunge quota 270, ovvero la metà più uno dei 538 delegati totali.

[Continua a leggere su InfoData – Il Sole24Ore]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...