Il crowdfunding in Italia vale 90 milioni, ma non premia le startup

Da quando esistono, le piattaforme di crowdfunding italianehanno raccolto poco più di 90 milioni di euro. Ma solo 7,6 sono hanno riguardato finanziamenti in equity. Ovvero la formula riservata a startup e piccole e medie imprese (Pmi) innovative. Come a dire che ogni 10 euro di “collette” digitali, solo 84 centesimi hanno finanziato l’innovazione.
I numeri arrivano da Starteed, azienda attiva nella promozione di campagne di crowdfunding. Che, sul proprio blog, ha pubblicato i risultati di uno studio sulle attività del settore. Dati che dicono che la maggior parte dei fondi raccolti, pari a oltre 56 milioni, sono andati in progetti di social lending. Ovvero in prestiti finalizzati alla realizzazione di un progetto. Bene anche le campagne reward e donation based, capaci di mettere insieme 23 milioni di euro. Mentre 3,2 milioni hanno finanziato campagne do it yourself. Tra le quali, per esempio, c’è il progetto per ricostruire lo stadio del Torino. O per realizzare il Festival internazionale del giornalismo di Perugia. [Continua a leggere su Wired.it]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...