Vault7, cosa c’è negli 8mila file della Cia pubblicati da WikiLeaks

Il codice vero e proprio non è stato pubblicato da WikiLeaks, per evitare di distribuire “armi cibernetiche innescate”. Ma negli 8mila file che compongono Vault7, nome in codice di quello che si annuncia come il più grande leak di informazioni riservate della Cia, c’è davvero di tutto. A cominciare dalle istruzioni per farlo funzionare, questo codice.
L’elenco completo del materiale che WikiLeaks ha reso disponibile ieri si trova qui. Ed è suddiviso in diversi capitoli. Ci sono le divisioni in cui sono organizzati gli sviluppatori impegnati al Center for Cyber Intelligence di Langley. Quindi l’elenco dei progetti in fase di lavorazione e delle diverse piattaforme, con relative indicazioni su come renderle vulnerabili. Ed anche quello dei programmatori, il cui nome è stato per il momento sostituito da un codice numerico. Espediente che permette però agli utenti della piattaforma fondata da Julian Assange di capire a quali progetti abbiano lavorato. [Continua a leggere su Wired.it]

Photo: remix from Kovah on Flickr.com. License CC BY 2.0

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...