G20: scopri dove e quanto cresce il commercio internazionale

La notizia positiva è che per il terzo trimestre consecutivo crescono le esportazioni. Quella negativa è che il volume degli scambi internazionali che coinvolgono i Paesi del G20 rimane ancora inferiore del 10% rispetto ai livelli raggiunti prima della crisi. In Italia il saldo tra export e import resta positivo, ma l’ultimo trimestre del 2016 ha visto una leggera contrazione delle esportazioni.

Dicono questo le statistiche sul commercio internazionale aggiornate all’ultimo trimestre dello scorso anno e pubblicate nei giorni scorsi dall’Ocse. Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo che smorza ogni entusiasmo che possa nascere leggendo i dati. Spiegando, in una nota stampa, in maniera molto chiara che «gli scambi commerciali rimangono inferiori di circa il 10% rispetto ai livelli pre-crisi». Anzi, se si guarda all’andamento degli ultimi due anni, è possibile notare come le importazioni e le esportazioni dei Paesi del G20 siano andate calando fino a fine 2015, per poi tornare a crescere lo scorso anno. L’andamento è visualizzato in questa infografica: [Continua a leggere su InfoData – Il Sole24Ore]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...